London Public Library
Concorso

Localizzazione: Londra

Anno: 2015
Progettisti: Matteo Lavarello (capogruppo), Antonio Lavarello, Marta Lavarello, Niccolò Poggesi

Nell'Europa del 2015 un edificio pubblico deve essere semplice da costruire e da utilizzare, poco costoso, disponibile ad un uso intenso e variabile nel tempo; tra i pochi lussi che esso può concedersi vi sono la generosità dello spazio e una sobria monumentalità che ne chiarisca il ruolo nell'ambito della società al servizio della quale esso si pone. In una biblioteca l'ampiezza dello spazio serve a due scopi: a raccogliere testi (libri cartacei e in formato digitale, tracce audio e video) e ad accogliere un elevato numero di persone che possano venire in contatto con tale deposito di informazioni. Una biblioteca è uno spazio pubblico in senso più generale: come tale essa deve favorire l'incontro tra gli utenti che la frequentano; l'incontro è la condizione perché il patrimonio di informazioni venga non solo consultato ma anche condiviso. La raccolta e l'incontro conducono a due immagini complementari, apparentemente separate da un vertiginoso salto di scala: lo scaffale e la piazza, ai quali si ispira il presente progetto.